I cookie ci consentono di fornirvi un servizio migliore. Quindi raccomandiamo ai nostri utenti di configurare il proprio browser in modo da accettare i cookie dal nostro sito web. Qui si trovano le informazioni sui cookie, che vengono utilizzati su questo sito
INFORMATIVA
Questo sito utilizza cookie di profilazione propri e di altri siti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner o cliccando su “prosegui” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su "Maggiori informazioni". Maggiori informazioni

BMW RECYCLING

BMW riduce al minimo gli eventuali effetti nocivi sull'ambiente per tutta la vita della vettura - iniziando dalla produzione, passando per l’utilizzo e l’assistenza fino allo smaltimento finale. Questa concezione onnicomprensiva contribuisce, tra l’altro, al fatto che il BMW Group si trovi tra i primi nella classifica Dow Jones Sustainability Group Index - l’indice per imprese operanti in modo sostenibile.
Già nella fase di sviluppo e della produzione di ogni BMW nuova si creano i presupposti per uno smaltimento finale in modo compatibile con l’ambiente. Applicando in modo efficace le misure del “Design for Recycling” BMW garantisce il trattamento ed il recupero efficiente delle vetture fuori uso.

Trattamento delle vetture compatibile con l'ambiente

Il trattamento dei veicoli fuori uso ha luogo nei centri autorizzati allo smontaggio di auto fuori uso. Ogni singolo chilogrammo dei rottami dell’auto viene sottoposto a fasi di trattamento ecologicamente ed economicamente ottimali. Le materie prime vengono reinserite nel ciclo di produzione; così si contribuisce alla tutela dell’ambiente. Le quattro fasi del trattamento dei veicoli fuori uso sono la presa in consegna controllata, il pretrattamento, lo smontaggio ed il trattamento dei residui della vettura stessa.

Le quattro fasi del processo di trattamento.

• Il trattamento delle vetture inizia con la presa in consegna controllata presso un centro di recupero autorizzato o presso un’azienda di demolizione autorizzata. Solo in questa sede viene rilasciato il certificato di rottamazione con il quale si assume l'impegno alla radiazione del veicolo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico).
• Nella fase di pretrattamento si rimuove la batteria e si procede alla neutralizzazione degli airbag e di altri elementi pirotecnici. Il trattamento vero e proprio inizia con l’estrazione di tutti i materiali d’esercizio in un’apposita officina. In questo luogo di lavoro vengono estratti mediante aspirazione il refrigerante del climatizzatore, il liquido dei freni; si procede allo scarico dell’acqua di raffreddamento, dell’olio motore e dell’olio per cambi, mentre il carburante viene estratto mediante un’apposita pompa aspirante con punta di trapano integrata. I vari liquidi vengono travasati in appositi contenitori per lo stoccaggio, sottoposti a depurazione o recuperati da aziende specializzate.
• Nella fase di smontaggio si asportano pezzi e materiali atti ad essere riutilizzati o sottoposti al riciclaggio. Ad esempio, motori scomposti a regola d’arte nei particolari (riciclaggio di alta qualità), vengono ricondizionati e riutilizzati. Materiali pregiati come i metalli preziosi provenienti dalla marmitta catalitica vengono sottoposti ad un apposito ciclo di riciclaggio. 
• I residui delle vetture smontate vengono consegnati ad un impianto di demolizione. Le carcasse vengono frantumate in pezzi di dimensioni di un palmo della mano, separati e raggruppati. Plastica, tessuti, ferro e metalli non ferrosi vengono sottoposti ad ulteriori trattamenti.

L’INNOVAZIONE NASCE DALL’ESPERIENZA.

Olio Motore Originale BMW.
 

Design for Recycling

Pensare alla fine sin dall’inizio.

Già durante il processo dello sviluppo del prodotto, i nostri specialisti preparano il terreno per il trattamento e lo smaltimento dei veicoli fuori uso in modo tale da essere efficiente e ad un alto livello ecologico.
Nella produzione dei componenti in plastica si promuove l’impiego di materiali sintetici di alta qualità, economici e recuperati da pezzi vecchi. Con gli studi “Life Cycle Assessment” si valutano sistematicamente gli effetti che i componenti possono avere sull’ambiente. Mediante analisi effettuate sia a livello virtuale che fisico si garantisce che ogni automobile BMW raggiunga gli obiettivi preposti. In corsi di aggiornamento e con documentazioni dettagliate i risultati di queste analisi vengono comunicati da BMW a tutti gli addetti al processo di riciclaggio.
In base a queste misure è garantito che con tutte le BMW sia possibile effettuare velocemente e in condizioni sicure la neutralizzazione totale dei componenti pirotecnici; sia possibile estrarre velocemente tutti i liquidi di esercizio; i componenti in materia plastica siano dotati del contrassegno indicante il materiale e venga coerentemente promosso l’impiego di materiali riciclati.

Neutralizzazione dei componenti pirotecnici.

Componenti pirotecnici, come airbag, morsetti di sicurezza della batteria o cinture di sicurezza con pretensionatore vanno privati della loro carica prima del trattamento stesso della vettura - mediante la cosiddetta neutralizzazione. Il metodo più rapido è quello di far scattare i componenti mentre sono ancora integrati. A questo scopo il sistema elettronico della vettura è stato appositamente progettato già nella fase di sviluppo. Infatti è possibile neutralizzare tutti i componenti pirotecnici attraverso un’unica interfaccia.

Estrazione dei liquidi.

Durante lo sviluppo della vettura viene assicurato che alla fine della vita della vettura stessa estrarre tutti i liquidi, cioè gli oli, il carburante, liquido di raffreddamento e dei freni, refrigerante del climatizzatore ecc., sia un’operazione facile e rapida.
Design for Recycling assicura che tutti i componenti contenenti liquidi siano progettati in modo tale da essere facilmente accessibili al punto che interessa. Aprendo o forando il componente contenente il liquido al punto più basso consente lo scarico del liquido mediante forza di gravità. Determinati componenti, come ad esempio il serbatoio del carburante o gli ammortizzatori, vengono svuotati mediante apposite apparecchiature aspiranti.
Una particolare sfida per gli ingegneri del “Design for Recycling” è costituita dai sistemi idraulici integrati nel veicolo, come il sistema idraulico della capote automatica della cabrio. Da un lato occorre garantire l’accesso al contenitore di riserva, e dall’altro, rilevare la posizione del sistema idraulico, laddove il contenitore stesso venga riempito.

Contrassegno dei materiali.

Tutti i componenti sono contrassegnati secondo gli standard internazionali ISO. Ciò permette di identificare i vari materiali per un’eventuale raccolta differenziata.

Impiego di materiali riciclati.

I materiali riciclati vengono recuperati da pezzi fuori uso. L’impiego di tali materiali riciclati è possibile per componenti che non subiranno nessuna limitazione funzionale. Si tratta, ad esempio, di componenti non rilevanti per la sicurezza e che non si trovano direttamente all’interno del campo visivo. I passaruota sono predestinati ad essere prodotti con plastica riciclata.
Materiali riciclati vengono inoltre impiegati, ad esempio, nel sistema di ventilazione del portabagagli e nel supporto della consolle centrale della
BMW Serie 7.
Isolamenti derivanti dal cosiddetto fluff - un isolante prodotto dall’80 al 90 percento di espanso poliuretanico riciclato - vengono, tra l’altro, impiegati sulla cappelliera.
Tenendo conto degli aspetti ecologici ed economici, è possibile impiegare materiali riciclati per il 15 fino al 20 percento del peso totale di tutti i componenti in plastica integrati nella vettura. In tal modo si chiudono i cicli di materiale e si risparmiano risorse.
 

Consegna di veicoli fuori uso

Nuove modalità per il trattamento di vetture.

Il 24 giugno 2003 è entrato in vigore in Italia il Decreto Legislativo relativo ai veicoli da rottamare. Questo decreto e le successive modifiche rappresentano l’attuazione della "Direttiva europea 2000/53/CE sui veicoli da rottamare" nella legge italiana secondo cui l’ultimo proprietario del veicolo stesso è tenuto a consegnare la propria vettura fuori uso ad un centro di recupero, di raccolta o presso un’azienda autorizzata al trattamento della vettura. In tale sede viene rilasciato il certificato di rottamazione con il quale si assume l'impegno alla radiazione del veicolo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

Condizioni di consegna.

I centri di recupero indicati da BMW prendono in consegna gratuitamente i veicoli BMW immatricolati dopo luglio 2002. A partire da gennaio 2007 ciò varrà per tutte le automobili BMW.
Per la consegna gratuita è necessario che siano soddisfatte le seguenti premesse fondamentali:
  • la vettura da rottamare deve essere immatricolata sul territorio dell’Unione europea o esservi per ultimo stata immatricolata;
  • la vettura da rottamare deve inoltre essere completa (in particolare: motore, gruppo motore, carrozzeria, marmitta catalitica, componenti elettronici determinanti il valore e altri componenti fondamentali) ed esente da rifiuti.
 

Centri di raccolta

La presa in consegna di veicoli fuori uso.

Per trovare centri di raccolta nelle Sue vicinanze indicati da BMW per i veicoli da rottamare utilizzi la funzione di ricerca presente su questa pagina. La rete dei centri di raccolta BMW viene continuamente aggiornata.

Abruzzo

Basilicata

Calabria

Campania

Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia

Lazio

Liguria

Lombardia

Marche

Molise

Piemonte

Puglia

Sardegna

Sicilia

Toscana

Trentino Alto Adige

Umbria

Valle d'Aosta

Veneto

 
Contenuto multimediale attivoContenuto multimediale non attivo